Cosa evitare in gravidanza

Il suo sviluppo
dipende da te

Il primo trimestre è un periodo cruciale per la salute del tuo bambino, per questo è indispensabile informarsi dettagliatamente e seguire regole scientificamente riconosciute.

Cosa è necessario evitare, quali sono i vizi da smettere e i comportamenti pericolosi per la salute della mamma e del feto?

 

Fumo,
attivo e passivo

L’obiettivo è smettere fin da subito.

Per l’allattamento al seno è fondamentale perseverare nell’astensione dal fumo per tutto il periodo, tenendo presente che così facendo potresti perdere il vizio per sempre. Se sei fumatrice questa è l’occasione ideale per interrompere definitivamente la tua dipendenza e, almeno all’inizio, per limitare il numero delle sigarette consumate.

Il fumo è dannoso per la gravidanza e per la salute futura di tuo figlio perché comporta una riduzione dell’ossigenazione del bambino nell’utero.

Tieni presente che:

  • anche se la gravidanza è già iniziata non è mai troppo tardi per smettere;
  • il fumo passivo, altrettanto nocivo, non va sottovalutato ed è comunque più facilmente evitabile.

Quali sono i rischi: aborto, parto prematuro e bambino di basso peso alla nascita. Per il bebè aumentano le possibilità di sviluppare malformazioni e problemi nello sviluppo psicomotorio e cognitivo.

Il consiglio: l’appoggio terapeutico di un medico specialista può esserti utile se il vizio è radicato da tempo o ti riesce troppo difficile rinunciarvi.

Alcol

Se le conseguenze di un consumo eccessivo sono devastanti per la salute del bambino, anche il consumo moderato non è da sottovalutare.
In questo senso, le indicazioni del Ministero della Salute sono molto chiare:
No a tutti gli alcolici.

Quali sono i rischi: malformazioni, ritardo mentale fino alla sindrome fetoalcolica.

Attenzione a farmaci e cosmetici

Il rapporto con i farmaci, la pianificazione delle cure odontoiatriche e l’uso dei cosmetici è molto complesso.

Queste indicazioni istituzionali spiegano dettagliatamente quali relazioni esistono fra la gravidanza e l’assunzione dei farmaci e quali corretti comportamenti adottare. Il consiglio: non affidarti mai al “fai da te” e segui sempre le indicazioni del medico curante.

Una buona salute orale e controlli odontoiatrici prima del concepimento ti permettono di curare eventuali patologie quando ancora la gravidanza non è cominciata. Tutto ciò per limitare gli interventi del dentista che comunque può effettuare trattamenti medici adeguati in caso di necessità, ricorrendo anche ad anestetici locali e farmaci specifici. Il consiglio: una corretta igiene orale nel corso dei nove mesi aiuta a tenere sotto controllo le infezioni del cavo orale.

Se tingi i capelli preferisci coloranti naturali, evita la permanente e tutti quei prodotti che contengono ossidanti e ammoniaca.

Non usare creme anticellulite contenenti ormoni tiroidei o iodio e leggi con attenzione le avvertenze riportate per ogni prodotto. Per la depilazione non ci sono controindicazioni specifiche per le singole modalità con cui si esegue.  Attenzione, però, alle creme depilatorie se non si sono mai utilizzate prima e alle relative reazioni allergiche e no alle cerette in presenza di varici.

Smalti e solventi per unghie non sono tossici perché le sostanze delle formulazioni non vengono assorbite.

Per il trucco occhio al mascara che spesso contiene nichel e può causare dermatite da contatto.