La vitamina D in gravidanza

Un adeguato apporto di vitamina D in gravidanza è fondamentale per lo sviluppo delle ossa del bambino. Scopri come soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina D in tutte le stagioni.

La vitamina D, amica delle ossa

Le ossa del tuo bambino si formano e crescono molto rapidamente nell’arco della gravidanza. La vitamina D ha un ruolo fondamentale in questo processo perché regola le quantità di calcio e fosfato presenti nel corpo. Questi sono nutrienti essenziali per lo sviluppo delle ossa del tuo bambino e contribuiscono anche al normale sviluppo dei suoi denti.

Le concentrazioni di vitamina D del bambino alla nascita dipendono dall’assunzione materna di vitamina D nel corso della gravidanza. Quindi, per promuovere al meglio lo sviluppo delle ossa e dei denti di tuo figlio, devi assicurarti di ottenere ogni giorno l’apporto di vitamina D consigliato.

La carenza di vitamina D

La carenza o mancanza di vitamina D può causare stanchezza e dolori alle ossa. In bambini e neonati, un’estrema carenza di vitamina D può dare luogo al rachitismo, una malattia caratterizzata dalla presenza di ossa morbide che non si sviluppano normalmente. La carenza di vitamina D è legata anche a malattie croniche, quali l’osteoporosi e il diabete, e ad altre gravi patologie.

Le donne incinte o che allattano al seno sono particolarmente a rischio di sviluppare una carenza di vitamina D. L’assunzione quotidiana di un integratore può migliorare la tua salute e quella del tuo bambino. L’integrazione di vitamina D può aiutarti a ottenere l’apporto necessario per il tuo organismo e ad accumulare le riserve di cui tuo figlio avrà bisogno nei primi sei mesi di vita.

L’esposizione solare può essere misurata in unità internazionali (UI). La tabella seguente confronta la vitamina D contenuta negli alimenti e l’esposizione alla luce solare. Un’esposizione di 5-10 minuti corrisponde a 3000 UI, che equivalgono al consumo di tre porzioni di salmone fresco.

Alimento (porzione*)Vitamina D (UI)
Salmone selvatico fresco600-1000 UI
Salmone allevato fresco100-250 UI
Salmone in scatola300-600 UI
Sardine300 UI
Sgombro250 UI
Tonno in scatola250 UI
Funghi shiitake freschi100 UI
Funghi shiitake essiccati1600 UI
Tuorlo d’uovo (di gallina)20 UI

 

*Una porzione di carne o pesce corrisponde approssimativamente a 100 grammi ed è grande all’incirca quanto il palmo della tua mano

La tua dose quotidiana di vitamina D

La fonte più efficace di vitamina D è la luce solare; il corpo produce infatti vitamina D in risposta all’esposizione della pelle ai raggi ultravioletti B (UV-B). La vitamina D può essere assunta anche tramite l’alimentazione. La quantità di luce solare a cui sei esposta e la naturale pigmentazione della tua pelle condizionano la capacità del tuo organismo di produrre la vitamina D e quindi anche il tuo fabbisogno alimentare.

Alcuni esempi di alimenti ricchi di vitamina D sono il pesce azzurro (incluso il salmone) e il tuorlo d’uovo2. La dose giornaliera consigliata per le donne in gravidanza è di 15 mcg.

Qualche consiglio

Stai assumendo un complesso multivitaminico prenatale? Se sì, verifica che contenga 10 mcg di vitamina D. In caso contrario, chiedi al medico se è necessario aggiungere un altro integratore.