La vitamina E in gravidanza

La vitamina E aiuta a preservare la struttura delle cellule. Va assunta in gravidanza per supportare il rapido sviluppo del bambino, ma qual è la dose giusta?

Che cos’è la vitamina E?

La vitamina E è una vitamina liposolubile (si scioglie nel grasso) presente in molti alimenti. La frutta a guscio, i semi, l’olio d’oliva e gli altri oli di origine vegetale sono ottime fonti di vitamina E.

Una delle principali funzioni della vitamina E è la protezione delle membrane cellulari che preservano la struttura delle cellule del nostro organismo.

È sicuro assumere la vitamina E in gravidanza?

La dose consigliata di vitamina E corrisponde a 12 mg al giorno e 15 mg al giorno durante l’allattamento. Se segui un’alimentazione equilibrata, otterrai l’apporto quotidiano di vitamina E necessario per il tuo benessere e per la crescita del tuo bambino attraverso il cibo. Questo tipo di assunzione è generalmente preferibile all’uso di integratori ad alto dosaggio.

Se invece hai bisogno di assumere un integratore, consulta il tuo ginecologo e assicurati che sia un prodotto sicuro in gravidanza, in modo da evitare di assumere involontariamente una quantità eccessiva di vitamina E. Il rischio di assunzione eccessiva di vitamina E non deriva generalmente dall’alimentazione perché è piuttosto difficile ricavare grandi quantità di questa vitamina dal cibo. La vitamina E aiuta anche a ridurre la probabilità di sviluppare l’asma e altri problemi respiratori nelle successive fasi di vita del bambino.

L’olio di oliva e gli altri oli di origine vegetale contengono livelli benefici di vitamina E. Altre ottime fonti di vitamina E sono indicate nella tabella seguente.

Alimento (100 g)Quantità di nutrienti (mg)
Broccoli (preferibilmente crudi)1,72
Peperoni rossi0,95
Pomodori ciliegini (crudi)0,89
Mirtilli0,94
Pomodori in scatola1,36
Uovo (sodo)1,11
Mandorle23,98
Arachidi10,09
Semi di girasole37
Nocciole24,98
Olio d’oliva18,5
Olio extra vergine d’oliva21,42
Pistacchio4,16